missione15
Missione

15 Politiche per il lavoro e la formazione professionale

Gli obiettivi fissati da Europa 2020, Italia 2020, e fatti propri dalla Regione del Veneto nel Programma Operativo Regionale Fondo Sociale Europeo – POR FSE 2014-2020 prevedono di facilitare l'ingresso dei giovani nel mercato del lavoro, senza lasciare indietro chi è a rischio di espulsione dallo stesso, favorendo la competitività del sistema economico e produttivo.
Si punta ad un sistema di formazione permanente, duttile, diffuso e permeabile nelle sue articolazioni, che sappia rispondere alle necessità di innovazione delle imprese e di integrazione e valorizzazione delle persone nell'ottica di incrementare i tassi di occupazione e l'occupazione di qualità in coerenza con gli obiettivi europei.

 

Cosa faremo

Nell'ambito di tale missione la Regione intende proseguire lungo il percorso volto ad assicurare una sempre più sviluppata integrazione tra i sistemi di Formazione e Lavoro.

Nel programma "Servizi per lo sviluppo del mercato del lavoro" gli stanziamenti sono indirizzati alla realizzazione di interventi multi professionali finalizzati all'inclusione lavorativa dei disoccupati di lunga durata e delle persone maggiormente svantaggiate e al rafforzamento dei servizi pubblici per il lavoro. In particolare, per favorire l'occupazione dei disabili, sono stati stanziati 36 milioni di euro nel triennio 2022-2024.

Nel programma "Formazione professionale", tra i servizi regionali che caratterizzano l'offerta formativa regionale vi sono la formazione professionale rivolta ai giovani e la mobilità formativa e professionale, con una particolare attenzione ai settori che offrono maggiori prospettive di crescita. Attraverso il Programma Operativo Regionale 2014-2020 del Fondo Sociale Europeo, sono previsti a bilancio 30,2 milioni di euro per l'anno 2022.

Per il "Sostegno all'occupazione" la Regione intende agire su più fronti quali la protezione delle persone coinvolte nei processi di ristrutturazione aziendale, favorendo la ricollocazione dei lavoratori espulsi, il sostegno alle persone in difficoltà nelle fase di inserimento, lo sviluppo di dispositivi utili per il riconoscimento delle competenze acquisite dalla persona in contesti sia formali che non, l'aumento dei rientri in regione di talenti che sono emigrati all'estero, lo sviluppo di interventi di conciliazione lavoro/famiglia. Nell'ambito dell'accordo tra la Regione e il Ministro per il Sud e la coesione territoriale, sono state destinate risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione per il sostegno all'occupazione per un importo pari a 18,5 milioni di euro per il 2022 oltre alle risorse del POR FSE 2014-2020, Asse 1 Occupabilità e Asse 2 Inclusione sociale, che ammontano a 4,6 milioni.

I numeri della previsione

2022

Competenza 145,47mln

Cassa 423,66mln

2023

Competenza 59,97mln

2024

Competenza 46,47mln

Distribuzione delle spese per titolo (anno 2022)

Importo di Competenza iniziale suddiviso per Titolo della spesa