missione05
Missione

05 Tutela e valorizzazione dei beni e attività culturali

La cultura costituisce una risorsa, uno strumento di sviluppo e motore di innovazione economica e sociale. Essa va intesa come valore trasversale, in grado di attivare la creazione di un indotto economico sul territorio, di essere volano di occupazione, innovazione e crescita sociale. Pertanto la Regione privilegia azioni improntate alla collaborazione con gli altri settori, alla costruzione di reti stabili e di nuove realtà aggregative, alla logica di filiera, a un più stretto rapporto fra cultura e impresa. Su questa linea si sviluppa anche la programmazione comunitaria che, nel Programma Operativo Regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR FESR) 2014-2020, riconosce l'opportunità di ampi margini di crescita e sviluppo delle industrie culturali e ad alta intensità creativa stante la ricchezza e la varietà del patrimonio culturale e storico della Regione, anche nelle aree più marginali.


 

cosa faremo

Le risorse previste in tale missione ammontano complessivamente ad oltre 17 milioni di euro per il 2021.

La Regione sostiene gli interventi di conservazione del patrimonio, artistico, storico, archeologico, materiale e immateriale e in special modo quelli orientati a far emergere le realtà culturali più peculiari a livello regionale. In particolare per il 2021 sono stati previsti 600mila euro per iniziative e progetti di valorizzazione dei territori veneti colpiti dall'evento Vaia in memoria delle vicende storiche della prima guerra mondiale e 280mila euro per il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale di origine veneta nell'Istria e nella Dalmazia. Per celebrazioni pubbliche, solennità civili e religiose, manifestazioni nazionali, fiere, mostre e congressi comprese anche le spese per gli impianti e le attrezzature per dette manifestazioni sono stati previsti per il 2021 quasi 2,5 milioni di euro.

Si garantiscono, inoltre, contributi all'Associazione Teatro stabile del Veneto Carlo Goldoni, alla Fondazione Arena di Verona e la Fenice di Venezia, all'Istituto regionale per le Ville Venete, all'Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, all'Associazione Arteven di Venezia e alle fondazioni La biennale di Venezia e Orchestra di Padova e del Veneto.

I numeri della previsione

2021

Competenza 17,10mln

Cassa 43,08mln

2022

Competenza 4,59mln

2023

Competenza 6,22mln

Distribuzione delle spese per titolo (anno 2021)

Importo di Competenza iniziale suddiviso per Titolo della spesa